lunedì 10 aprile 2017

UNA RANA TRA I MONTI


Morbegno 9 aprile 2017. Una bellissima giornata di sole ha accolto i 405 partecipanti alla Colmen trial 2017, evento molto particolare e arduo, 19,7km. su e giù per i monti della Valtellina con un dislivello di 1250 metri, una via di mezzo tra una corsa e una scalata senza piccone. Tra quei quattrocento temerari c'era anche la nostra Lucia Bongiovanni, non prima a questo tipo di corse con altimetrie da vertigine, basti pensare ai 3000 metri dell'Etna che il nostro "stambecco" ha disputato qualche tempo fa. Lucia viene da un periodo con piccoli fastidi che l'hanno tenuta lontano da allenamenti di qualità oltre ovviamente a gare di rilievo ma… questo tipo di eventi sembra siano tagliati su misura per lei, riescono a infonderle una vitalità e a esaltarne la resistenza psicofisica in maniera incredibile. Si è mostrata molto aggressiva sin dalle prime continue ed estenuanti salite, mentre ha registrato più difficoltà nelle ripidissime discese, lunghi tratti con pendenze massacranti dove bisognava usare muscoli e tendini che non era certa esistessero. Queste gare hanno la forza di farti riavvicinare a una natura, troppo spesso ignorata, ricca di panorami mozzafiato, dove sembra che il tempo resti inchiodato nel suo naturale fluire, dove tutto tace e si sente solo il tonfo dei passi fatti di angoscia e pace, con quei cinque sensi tesi e lanciati verso un'infinità eco di Dio. Non credo valga la pena di considerare il tempo di Lucia, tantomeno la posizione in classifica, la sua vittoria risiede nella voglia che ha avuto di esserci e di inerpicarsi verso una meta sconosciuta, nelle sensazioni provate durante tutta la gara e gli indimenticabili fotogrammi di quelle oasi che anche grazie alla corsa possiamo raccontare. 

 

Classifica femminile: 

1 187 GAGGI Alice 1987 TEAM CRAZY Arrivo  2:02'06
2 353 RUSCONI Francesca 1990  TEAM ZENITHAL Arrivo 2:11'31
3 18 ACQUISTAPACE Monia 1971 POLISPORTIVA ALBOSAGGIA Arrivo  2:19'41 

39 65 BONGIOVANNI Lucia 1972 CITTÀ DI OPERA Arrivo  3:12'59

 

 

Luca Bordenga
Ufficio Stampa