lunedì 24 aprile 2017

OPERA ALLA RIBALTA NELLA SARNICO LOVERE


Sono circa 3600 i partecipanti alla settima edizione della Sarnico- Lovere, un’emozionante gara che si svolge sulla strada che costeggia il Lago D'Iseo. Il tragitto, con partenza da Sarnico, esalta le bellezze degli scorci lacustri che si susseguono rapidamente, come l'affascinante Monte Isola che si erge fiera dei suoi 600 metri, sentinella di un trionfo di colori, florida vegetazione e caratteristici borghi adagiati su sponde che degradano verso il lago. Tra questa folta schiera di runner c'erano anche i nostri: Domenico Startari e Gagliardi Astrid, entrambi provenienti da recenti ottimi risultati ottenuti in competizioni come la Mezza e la Maratona, quindi senza grandi velleità di risultato, ma si sa, per un runner non esiste starter che riesca a frenare entusiasmo e quella sana competizione con se stessi. Il percorso si è sviluppato lungo 25 km e 250 metri, senza presentare grossi dislivelli, ma a rendere più ostico il tragitto sono state le improvvise folate di vento e un caldo sole primaverile che spezzava un po' il fiato. Hanno corso comunque molto bene i nostri due atleti, senza troppe alchimie, godendosi quel bel senso di libertà, facendo rullare le gambe con spensieratezza e gioia. L’arrivo era fissato al porto turistico di Lovere, uno dei borghi più belli d’Italia, con i suoi stretti vicoli, le strade che s’intrecciano all’interno, i magnifici palazzi e la sua piazza che ricorda un anfiteatro aperto sulla natura, ed è in quest’atmosfera che arriva con un ottimo crono Domenico in 1h34'16" seguito da Astrid con un buon 2h05'26". 
Un grandioso risultato quello dell' amico e  Dario Rognoni che chiude al quinto posto assoluto con il tempo di 1h22’26” e primo tra gli italiani. 

 

Luca Bordenga
Ufficio Stampa