martedì 10 gennaio 2017

INTERVISTA AL NOSTRO SPONSOR CIRO DI GIROLAMO


Com’è iniziata l'avventura Ottica di Girolamo? 

<<Avevo sedici anni quando iniziai, era l’1 marzo 82', una data che rimarrà scolpita nella memoria. All'epoca non c'erano registratori di cassa, non c'erano ancora questi agglomerati di cemento chiamati centri commerciali, il negozio sotto casa era il tuo negozio e il negoziante una persona di cui fidarsi, poca tecnologia e molta relazione personale. Fu così che anno dopo anno riuscii a farmi conoscere e apprezzare dai clienti, puntando molto su competenza e onestà, fino a diventare quasi un’istituzione in Opera. Molti clienti negli anni sono divenuti amici, ho visto ragazzetti in pantaloni corti che scorrazzavano per Opera, crescere e maturare i loro interessi, proprio come me e la mia impresa. Credo che il territorio sia stato un elemento imprescindibile nella realizzazione del mio successo, Opera è una cittadina fatta di gente perbene, amministrata bene, attenta ai bisogni del cittadino e orientata verso un domani di modernità senza però dimenticare la sua natura "Agricola". >>
 

Com’è nata l'idea di sponsorizzare Città di Opera Runners? 

<< Partiamo dal presupposto che sono un amante dello sport e in qualche modo volevo che ritornasse ciò che Opera mi aveva donato, quindi quale modo migliore se non sponsorizzare e contribuire a molte iniziative sul territorio. Con i Runners il rapporto è certamente più saldo perché corro anch'io, quando riesco a ritagliarmi un po' di tempo, infilo le scarpette ed esco ad immergermi in quella danza solitaria. Poi come dimenticare la festa dei miei 30 anni di attività, quando organizzammo per l'occasione una bellissima corsa” Il giro di Ciro” molto partecipata e divertente .>> 
 

Progetti per il futuro? 

<< Sono una persona che ha sempre voglia di imparare e mettersi in gioco, per questo motivo ho mille progetti che mi circolano in testa. Nel' immediato portare a termine gli studi di oftalmica geriatrica e infantile, due argomenti che mi stanno molto a cuore, nonché due mercati importanti da perseguire. E poi magari aprire qualche altro punto vendita chi lo sa', non pongo limiti ai desideri, poi sono un tipo ottimista e pieno di entusiasmo verso il futuro. Infine in ambito sportivo, sono convinto che c'è ancora da spendersi per far sì che molti podisti ora solitari, possano confluire nel gruppo Città di Opera Runners, così da essere seguiti e stimolati, oltre a condividere le loro esperienze, crescendo anche sotto l'aspetto umano, sfera a cui questo bellissimo esempio di ricreatività tiene molto.

Grazie e buona corsa a tutti.>>