lunedì 17 ottobre 2016

MERANDO - LA MEZZA DI CREMONA E LE TRE T


E' una bella giornata a Cremona, scherzosamente nota come la “città delle tre T”, ossia turòon, Turàs, tetàs (torrone, Torrazzo, tettone), un timido sole, assenza di vento e percorso asciutto, le condizioni ideali per correre domenica 16 ottobre la mezza maratona di Cremona 2016.   Quest'anno nuovo punto di partenza, collocato di fronte al teatro Ponchielli, tanta gente, tanti pacer e il nostro Salvatore Merando, pronto a sfidarsi in quella che per lui è divenuta una tappa irrinunciabile d'inizio stagione, forse anche per merito del suo PB ottenuto su questo suolo nel 2011. 

Voleva fare una gara tra i 4’20” e i 4’25” al km e nonostante un doloretto che ogni tanto compare alla coscia posteriore sinistra pregiudicandone una normale reattività, mantiene le attese e termina in 1h32'12". 

Non ha mai avuto momenti di crisi, tenendo sempre ferma la barra, controllando ogni passo. Voleva fare il punto della situazione in attesa dei prossimi appuntamenti, dove tenterà di raggiungere nuovi record su tale distanza e con queste premesse, crediamo che gli obiettivi siano a portata di mano. 

Al traguardo la soddisfazione di aver condotto una gara al meglio in una manifestazione che l’ha esaltato per organizzazione e tracciato e di una bella medaglia. Il prossimo appuntamento per Salvatore, alla mezza di Lodi dove correrà con i compagni di Città di Opera… un bel gruppo .

Victor Kimutai Chumo (Kenya) con 1h02’07" ed Emma Quaglia con 1h02’07", vincono una partecipatissima Cremona Half Marathon 2016.
 
Luca Bordenga, ufficio stampa.