mercoledì 27 aprile 2016

IN ITALIA. EUROPA,OVUNQUE.....


Domenica 24 aprile si sono svolte tre gare importanti dove i nostri Runner, Salvatore, Domenico e Astrid si sono esibiti su e giù per l'Europa. Partiamo dalla maratona di Londra che vedeva Salvatore Merando, ormai pochi mesi ai 50, alla sua 22-sima maratona, alla sua sesta partecipazione su suolo internazionale e alla sua 4 Major (già corse NYC, Boston e Chicago). Temperatura perfetta, non piove, poco vento ma la cosa che risalta subito dal primo km è che una intera città scende in strada ad abbracciare e incitare tutti i 40.000 atleti che corrono e rincorrono un sogno, un record, se stessi. Ad ogni incrocio, curva, piazza o rettilineo, decine di mani, voci e suoni pronti ad accompagnarti, gente che non sa chi sei, che non ti conosce, che è lì per il solo e semplice gusto di essere parte dello spettacolo e di dare allo sport la sua essenza migliore. Non ha ambizioni di personale oggi il buon Salva, vuole stare tra 3h15 e 3h20, si è allenato comunque con costanza, anche se qualche problemino di salute a Gennaio non gli ha permesso di correre. Il passaggio ai 10k in 45,58", intermedio alla mezza 1,37,40", tutto va secondo programma, l'esperienza insegna, si tenta di andare un filino più veloce di quello che si vale, anche il tanto temuto muro dei 35 viene lasciato alle spalle, ma la maratona è lunga e quando siamo al 40-simo, lungo il Tamigi, con il Big Ben che si staglia e ti ricorda che lí si svolta per entrare nel tratto finale con St. James Park, Buckingham Palace e il bellissimo rettilineo finale The Mall, le forze si affievoliscono e si fa gran fatica. Va bene lo stesso, si chiude con un bel tempo comunque, 3h17'29", il migliore di sempre in terra straniera, con l'indice alzato e la gioia di aver corso una esperienza straordinaria, felice e pago di essere stato un finisher forse della maratona più bella al mondo. Sul versante francese si è disputata la mezza di Nizza con la partecipazione di Domenico che dopo Parigi sta pensando di arruolarsi nella legione straniera. Bella prova del capitano che chiude la mezza in 1,19,02", considerando la maratona ancora nelle gambe e il poco allenamento per il recupero della stessa, la prova ha un valore ancor più importante. Nel sui intimo Il Dome cercava conferme, cercava un piccolo riscatto per le attese parigine non appieno soddisfatte. Beh questo risultato ribadisce se mai ce ne fosse stato bisogno che Domenico c'è !! Nella splendida cornice del lago d'Iseo l'instancabile Astrid si è presentata ai nastri di partenza di una soleggiata Sarnico/Lovere, una 25k suggestiva e divertente . La Gagliardi  ci ha abituato a prove con cadenze ormai settimanali, ha molta voglia di esprimersi e sputar fuori  tutta la sua grinta. Questa gara e' stata un po' la prova generale in vista della mezza di Piacenza, dove tenterà di ottenere il personale. Chiude questa esperienza di 25k in 2,16,04" con un ottimo 48esimo posto di categoria, per lei un in bocca al lupo per l' imminente avventura emiliana dove troverà il supporto del nostro Domenico in qualità di Pacer. 

Luca Bordenga
Ufficio stampa
Città di Opera sez. Runners