domenica 19 luglio 2020

RIPARTENZA A .....


Cari amici runner questo è stato un anno davvero strano, nemmeno il più visionario degli sceneggiatori poteva descrivere una situazione come quella a cui ci ha costretto il Covid .  Ci siamo oltretutto dovuti sorbire l’onta nazionale di cui sembravano macchiati i runner, ma quelli veri , quelli che sono abituati ad uscire e correre in qualunque circostanza al contrario di quanto fatto passare si sono dimostrati attenti e rispettosi delle normative emanate. Abbiamo “ sofferto “e ripiegato la nostra passione su diverse attività all'interno delle quattro mura in attesa di poter riassaporare quella impagabile stanchezza a fine corsa . Ora il peggio sembra essere passato e molti di noi hanno ricominciato a correre riallineando le proprie performance con i livelli pre Covid , un esempio su tutti è stata la nostra mitica Lucia che come da tradizione non ha rinunciato a scalare i 3000 metri dell’Etna . In questo periodo la sezione di Città di Opera Runners si è inoltre prodigata in diverse iniziative motorie e ricreative per riportare i propri concittadini a svolgere attività all'aria aperta , riscuotendo molto successo. Ormai siamo in piena estate e seguendo i rituali consigli , bere tanto e non uscire nelle ore più calde ci accingiamo a godere di un periodo di vacanza che ci auguriamo sia,  più degli altri anni, un momento di serenità e svago. Città di Opera Runners coglie quindi l’occasione per augurare buone vacanze , buone corse e un arrivederci a metà settembre , pronti per un nuovo anno di sport e divertimento . 

Luca Bordenga
Ufficio Stampa

domenica 17 maggio 2020

NOI…DAL LOCKDOWN ALLA LIBERTA’



È stato un periodo quello appena trascorso che ha segnato una rottura col mondo che eravamo abituati a vivere e calpestare. Siamo stati privati delle libertà, degli usi e costumi conquistati negli anni, ritrovandoci in ripari troppo stretti da abitare e affrontando un duro banco di prova dove abbiamo necessariamente dovuto fare i conti con le nostre forze e fragilità. In tutto questo si è tanto discusso dei runner scomodando i pensatori più illustri che hanno dato vita a un vero e proprio bailamme di polemiche, additandoci il più delle volte come gente sorda, cieca e incosciente; ma come abbiamo vissuto noi di Città di Opera Runners questo periodo di Lockdown? Molti di noi dopo un primo periodo d'insofferenza si sono giustamente adeguati a quelle che erano le disposizioni emanate, non rinunciando per questo al piacere di rimanere attivi. C’è chi si è organizzato correndo sul tapis roulant, chi pedalando sui rulli magari montati in balcone per non perdere la sintonia con l’aria aperta o ancora chi ha svolto esercizi a corpo libero per mantenere elasticità fisica nonché mentale. Quante volte durante questo periodo abbiamo sognato che il paesaggio ci venisse incontro. Quante volte ci siamo immersi nell’attesa che riempisse i nostri occhi e forse abbiamo imparato che anche l’attesa è una forma di corsa che va oltre ogni spostamento. Abbiamo sentito così lontani i tempi in cui ci si allenava all’alba sentendosi i padroni della città e allora abbiamo pensato che stavolta non fosse così , anzi forse non è mai stato così , era solo una nostra illusione, una suggestione. Nessuno è padrone di nulla, mai.
La lezione che, forse, ci porteremo dentro dopo questa “guerra al virus”, è che non possediamo nulla, se non il respiro e il battito del cuore.
Buona corsa a tutti voi!

Luca Bordenga
Ufficio Stampa

lunedì 20 aprile 2020

LA DIFFERENZA TRA RUNNING E JOGGING


Qual è la differenza tra jogging running?
Tutti ne parlano, ne sentono parlare o conoscono almeno uno sport addicted che non rinuncia alla corsetta quotidiana: stiamo parlando del jogging e del running, attività sportive ottime per tenersi in forma, ma spesso si tende a utilizzare come sinonimi questi due vocaboli.
Il jogging (tradotto letteralmente “andare a correre”) altro non è che la corsa libera da confronti con cronometro e altri metodi di valutazione tecnici: colui che pratica jogging vuole esclusivamente tenersi in forma, senza tentare costantemente di superare i propri limiti o prepararsi per maratone e competizioni.
Chi pratica running (tradotto letteralmente “correre”) invece è uno sportivo che corre costantemente (a differenza del jogger che si contraddistingue per la saltuarietà del suo allenamento): cronometrare tempi, calcolare distanze, decidere in quale fase aumentare o diminuire la velocità sono elementi complementari dell’attività di corsa, che diventa un vero e proprio impegno, un allenamento completo a tutti gli effetti, i cui risultati vengono messi in mostra dai runner durante competizioni e gare podistiche.

Fonte Sapere.it

mercoledì 15 aprile 2020

ANNULLATA LA MARCIA DELLE CASCINE



Abbiamo atteso sino all’ultimo momento per poter partire il 24 maggio  con la nostra corsa“25° Marcia delle Cascine”. Non ci siamo riusciti. Non per colpa nostra, ma per l’emergenza dettata dalla lotta al Corona Virus Covid-19 e dall’ultimo decreto del Governo del 10 aprile. Questo problema è una questione che deve essere trattata con la massima consapevolezza e con l’unico intento di salvaguardare la salute e di non sottrarre importanti risorse alle esigenze del Comune di Opera.
Ora è il momento di concentrare ogni sforzo al superamento dell’emergenza, anche stando vicino moralmente a chi si trova in prima linea: sanitari, forze dell’ordine, istituzioni e lavoratori privati, accettando e promuovendo, con serenità, le regole dettateci.
Anche per noi Runners di Città di Opera, che nella normalità, intesa prima della pandemia,   abbiamo sempre promosso l’attività motoria e fisica all’aperto, ora è arrivato il momento di fermarsi dimostrando la nostra piena solidarietà e vicinanza nei confronti di chi sta lavorando per salvare la cosa più cara a tutti….la VITA! 
Alla luce dell’attuale emergenza sanitaria e delle scelte compiute da diverse federazioni sportive

Città di Opera sezione Runners ha deciso di annullare la “25^ Marcia delle Cascine”.

Lo facciamo: per salvaguardare i partecipanti che devono avere la possibilità di vivere una giornata di sport e divertimento, in piena serenità e sicurezza.
Lo facciamo: per salvaguardare i nostri “Sponsor”, che ci hanno sempre accompagnato, non per il ritorno economico ma per stima e considerazione personali;
Lo facciamo: per salvaguardare tutti i nostri iscritti e coloro che donano il loro tempo e il loro impegno per la realizzazione della manifestazione.
La Marcia delle Cascine negli anni è riuscita a coinvolgere tutte le forze positive del paese, dando vita a un sistema di collaborazioni tra le diverse istituzioni: Comune, Croce Rossa Italiana, Protezione Civile e Corpo di Polizia Locale, che ringraziamo sentitamente.
Questo terribile periodo sicuramente passerà e ci sarà il tempo per correre e divertirci con spensieratezza; forse in modo diverso, ma …la Marcia delle Cascine sarà sempre una festa di sport, solidarietà e con la voglia di stare insieme.
Conservate tutto l’entusiasmo per il prossimo anno.
Vi aspettiamo il 23 maggio 2021 più carichi e grintosi che mai!

Arrivederci a tutti nel 2021

venerdì 10 aprile 2020

AUGURI DI PASQUA


Il tradizionale appuntamento con gli auguri per la Santa Pasqua, quest’anno è ancora più denso di significati. Un momento dove tirare il fiato dalle gare invernali e prima del rush finale delle corse serali, e poi dalle meritate vacanze. Una ricorrenza dove eravamo abituati a passarla in allegria e spensieratezza con tutti i nostri cari condividendo il messaggio Pasquale. Un messaggio che oggi vorremmo arrivasse ancora più forte a tutte le persone che corrono per diletto, alle società, agli atleti e alle atlete, ai tecnici, ai giudici e ai volontari dello straordinario mondo della corsa. Donne e uomini che come tutti gli italiani si trovano a lottare contro un nemico subdolo e invisibile, micidiale come un cecchino. Un nemico, il virus, che ha stravolto la nostra quotidianità, che ha limitato la nostra libertà e che ci ha posto nell'incertezza, con gravi interrogativi sul nostro futuro. Nelle tante privazioni, anche quella di dover rinunciare a nostro sport preferito. Ora siamo fermi, ma quando si è fermi ci si può concentrare meglio e pensare, con calma e razionalità. È ciò che dobbiamo fare, tutti insieme uniti, immaginando il modo migliore per ripartire quando l’emergenza sarà cessata. Per ritrovare lo slancio serviranno unità d’intenti e la rinuncia a ogni personalismo. Torneremo a correre, felici per poterlo fare, a esultare per un nuovo Personal Best o a consolarci per una opaca prestazione. Sempre con la certezza di aver fatto tutto il possibile, nel rispetto delle regole e degli avversari, guidati dalla nostra inesauribile passione. Anche per questo vorremmo che la Pasqua fosse per tutti davvero un passaggio, nel suo significato più autentico, verso un orizzonte di speranza e di rinascita. È questo il nostro più sentito augurio che rivolgiamo a tutti voi.
BUONA PASQUA.

lunedì 9 marzo 2020

NOI E IL COVID 19

Carissimi e carissime Runners,
in questi giorni di grande incertezza la nostra vita è piano… piano cambiata.
Tutte le informazioni che ci giungono dai giornali, radio e televisioni ci sembrano contradittorie e per questo motivo rischiano di essere mal comprese.
Le nostre abitudini di vita, professionali e di relazione, sono messe a dura prova.
In questo tipo di contesto, il mio e nostro invito è quello di sentirci a pieno una comunità di persone, che condividono gli stessi valori sportivi ma anche quelli per una vita  sociale attiva.
Affrontiamo da sportivi questo momento difficile, mantenendo uno stile di vita tranquilla e nel rispetto delle disposizioni ricevute. Così facendo riusciremo a dominare e sconfiggere il Coronavirus.
Viva i runners, viva lo sport ma soprattutto viva la VITA!

Renato Colombo
Città di Opera Runners

domenica 16 febbraio 2020

39° TROFEO MONGA


Siamo a Pioltello dove si è svolta la seconda prava del Trofeo Monga. In un clima non troppo freddo con timide occhiate di sole che facevano capolino in questa domenica di metà febbraio si sono dati appuntamento un manipolo di circa 200 partecipanti tra cui i nostri: Paolo Sartori, Francesco Lodi e Gaspare Nieli. Il percorso è risultato molto tecnico con grandi varietà di fondo, si è corso dallo sterrato molto duro al prato, passando di colpo a perniciosi pezzi di asfalto...tre giri da 2 chilometri percorsi tutti d’un fiato. I nostri atleti sono andati molto bene, ognuno a combattere con le proprie difficoltà e a sfruttare le singole qualità. A guidare il trio è stato Gaspare, in testa sin dall’inizio che ha mostrato una buonissima propensione a questo tipo di gare mentre seguivano a distanza Francesco e Paolo che ha dovuto stringere i denti a seguito di una piccola storta rimediata lungo una discesa. Questo l’ordine di arrivo finale con i relativi tempi dei nostri runners:




Luca Bordenga

Ufficio Stampa